Capperi & Acciughe alla maniera pisana

La pizza pisana nasce in teglia rotonda con pasta di medio spessore, condita con grana
grattugiato o mozzarella, acciughe e capperi. In principio era una pizza rossa condita con i
capperi e le acciughe spagnole, poiché la mozzarella arrivò solo nel dopoguerra. La sua
particolarità consiste nel fatto che a cottura ancora non ultimata la pizza viene estratta, capovolta
e rimessa nel forno. Una volta estratta dal forno si sparge sopra la pizza del formaggio grana
grattugiato. Questa è considerata la pizza pisana. Noi di ZenZero abbiamo sempre avuto in carta
una pizza che ricordasse la pisana, reinterpretata a modo nostro. Ai tempi di vecchiano veniva
chiamata la Quartiere Latino, che era una pizza rossa cotta al suolo con capperi, acciughe del
Cantabrico e parmigiano grattugiato. Anche oggi abbiamo una pizza simile in carta con i soliti
ingredienti che ha subito delle modifiche più che altro nella preparazione della pizza stessa. Infatti
l’abbiamo chiamata Capperi e Acciughe alla maniera pisana poiché cerchiamo di renderla più
simile al vero concetto di pizza pisana. Non facendo pizze in teglia utilizziamo delle tecniche
nostre per rendere questa pizza comunque più simile alle sue vere origini; utilizziamo olio extra
vergine di oliva per ungere i bordi della pizza per cercare di renderla più oleosa possibile e questo
ha effetto anche sul gusto stesso della pizza. La potete trovare sempre in carta sotto le ‘icone di
ZenZero’ avendo così la possibilità di fare una vera e propria esperienza pisana.