11 Luglio 2022

Ambiente & Territorio

Esiste un movimento, un modo di pensare, una filosofia di vita che racchiude in sé i principi di uno stile di vita ad impatto minimo per il pianeta. Le persone che abbracciano tale pensiero eliminano, principalmente, dalle loro tavole prodotti che causano elevate percentuali di CO2, sono contro gli sprechi e acquistano prodotti a breve scadenza, riutilizzano gli avanzi e inventano modi creativi per recuperare gli scarti. Prediligono prodotti biologici e a KM0, stanno attenti alla provenienza e al confezionamento dei prodotti evitando il packaging in plastica e tutto quello che è preconfezionato, scegliendo cibi freschi e di stagione. Queste persone si definiscono climatariani.
Questo termine è stato ufficializzato dal quotidiano americano New York Times che lo ha inserito nella lista delle nuove parole legate al cibo. Sostanzialmente questo termine indica una categoria di persone che si nutrono solo di cibo prodotto in modo sostenibile.
Zenzero non si ritiene parte di questo movimento ma cerca, in quel che può, di rispettare il più possibile tali principi. Quando Zenzero nacque si caratterizzò per questi principi: la vendita di prodotti locali e a KM0, il biologico e la sostenibilità. Poi con il tempo il progetto si focalizzò principalmente sulla pizza ma non tralasciò mai questi aspetti, che rimangono alla base del nostro lavoro. Il nostro must, infatti, è la stagionalità e la territorialità dei prodotti. Cerchiamo di rispettare la natura, di non usare plastica in eccesso, rispettiamo i cicli delle verdure e della frutta, preferendo cibi freschi e senza conservanti. Zenzero si impegna a non usare prodotti che provengano da allevamenti intensivi prediligendo aziende che lavorano in piccolo e che rispettano la natura. Cerchiamo di azzerare gli sprechi inventando pizze nuove, sviluppando la creatività delle persone che lavorano con noi.

Oggi siamo abituati a trovare le fragole anche in inverno e non siamo più consapevoli della stagionalità degli alimenti. Il territorio è un’altro aspetto importante che teniamo a rispettare favorendo prodotti che vengano dalle zone in cui naturalmente crescono, come ad esempio i pomodori che provengono da Pachino, o i limoni della Costiera Amalfitana. Questo perché non solo il sapore e il gusto degli alimenti è migliore, poiché cresce e matura nel suo ambiente naturale, ma anche per promuovere la consapevolezza del territorio e degli alimenti. È vero che non possiamo ritenere tali prodotti a KM0 ma è vero anche che rispettiamo il territorio italiano e quindi le emissioni di CO2 saranno di sicuro inferiori dei prodotti che vengono dall’estero e che non fanno parte del nostro territorio.

Chi ha a cuore l’ambiente e rispetta i cicli naturali della terra può percepire tutto questo come qualcosa di proprio. Zenzero, dal canto suo, si impegna sempre di più a rispettare questa filosofia di vita che ci riporta a uno stile di vita più lento, più rispettoso e più in sintonia con noi stessi.

Share this article